15 49.0138 8.38624 1 0 4000 1 https://missivapub.it 300

BrewToad191

CRAFT BEER FOR INDUSTRIAL PEOPLE
 
A fine 2019, il Missiva Pub a Cascina è teatro dell’incontro di tre personaggi che, tra una pinta e l’altra fanno uscire dalle loro teste (di ca… scina?!), forse, qualcosa di buono: BREWTOAD 191
BrewToad 191, infatti, è il risultato dell’incontro di tre “frequentatori di birra”, ognuno dei quali ha portato con se il suo stile: Alessio, publican cascinese, da oltre 10 anni col suo lavoro promuove, con spirito pionieristico, la cultura delle craftbeer nella cittadina della provincia pisana; Andrea, cultore underground e feroce appassionato degli stili americani, proviene dal settore della grafica e del cinema; Jacopo, “the one who hops”, giovanissimo entusiasta birraio, la chiave di volta del progetto.
Unica regola: lavorare sodo, realizzando birre mai banali e puntando a portare qualcosa di carattere nel panorama brassicolo, con la giusta dose di incoscienza e senza guardare in faccia a nessuno!
Da questo trio eterogeneo nasce prima l’idea del “beerfirm” e quindi la concretizzazione della prima cotta, grazie alla decisiva collaborazione del birrificio lucchese Bruton. La primogenita non poteva che essere un’american IPA, battezzata a proposito “The 1st Born is IPA!”.una birra che promette forti note esotiche insieme ad un erbaceo deciso ma elegante, grazie alla selezione di luppoli usata in dry hopping. Corpo dunque piuttosto secco e un bell’oro intenso di colore.
 

Il successo della 1Born spinge i tre ad osare con una seconda tipologia: una birra che sarà la sorella della “primogenita”, dovrà quindi esserne prima all’altezza, ma dovrà anche dimostrare che la tragedia della pandemia non ha fiaccato la voglia di produrre osando, anzi.
Da queste considerazioni viene scelta la ricetta: una red rye Ipa, ovvero una Ipa ambrata con una parte di malto alla segale, tipologia nota in americana ma meno frequentata in Italia; birra caratterizzata da tutti gli aromi di una Ipa, con l’aggiunta della speziatura unica della segale e dal corpo ancora secco, ma più avvolgente e caldo della sorella maggiore.
E poi il nome: omaggio ad un disco storico dei Ramones, Too Tough To Die, letteralmente “troppo duro per morire”, diventa 2 TOUGH TO RYE, e, come il quartetto punk newyorkese, i tre Brewtoaders non ci pensano nemmeno lontanamente a “morire”, ma rilanciano puntando tutto sulla propria passione e amore per la birra di qualità.

all alba del secondo lockdown, che oramai scandisce la spregiudicata produzione di BrewToad, a novembre 2020 nasce Santa The Nuts!.

La prima birra di Natale del marchio, una Imperial Stout aromatizzata al cocco.. di colore nero intenso. Una birra incosciente, dalla gradazione importante (9°), che unisce l’amaro dei malti tostati e del cioccolato fondente con il profumo inconfondibile del cocco. Un viaggio invernale dal gusto molto esotico che rappresenta il “classico” Babbo natale di ritorno dai mari del Sud con un carico molto “Nuts”.

alla prossima…

Share: